Ricordi al sapore di caffè

Impossibile trascurare il fatto che siamo dotati di sensi e di sensazioni.
Grazie ai sensi, interagiamo con il mondo che ci circonda e grazie a loro impariamo a conoscere, a sperimentare, a non sbagliare.
Sappiamo come reagire ad un sapore sgradevole, come evitare di toccare ciò che è bollente o come allontanarci da un rumore assordante.
Noi uomini abbiamo 5 sensi formidabili e ineccepibili; siamo dotati di 5 super poteri in grado di imprimere nella nostra memoria sapienza ed esperienza.

caffe_pioggia300Stamattina il mio risveglio è stato travolto da questo pensiero. Mi è bastato aprire la porta della cucina e sentire il profumo del caffè che scendeva generosamente dalla macchinetta, per accendere una serie di ricordi e di sensazioni.
Quel profumo… niente mi riporta all’infanzia come l’odore del caffè.
Quand’ero piccola ogni mattina mia madre metteva sul fuoco la sua caffettiera da 6 e aspettava pazientemente che gorgogliasse e salisse. Ne andava orgogliosissima.
Quel profumo per me ha sempre rappresentato la coccola del risveglio, l’amore dei miei genitori, quel rituale magico che segnava indistintamente l’inizio delle mie giornate.
E anche oggi il profumo mi ha riportata là, alla mia casa d’infanzia, alla tenerezza, all’amore.
Già, mi sono sentita esattamente come Proust Alla ricerca del tempo perduto, solo che al posto delle madeleine, io stavo “annusando” del caffè.

Caldo, caldissimo. Dalla caffettiera di mia madre fuoriusciva un liquido davvero bollente. Ora che siamo così abituati alle macchine espresso mi suonerebbe veramente strano bere e toccare un caffè ustionante.
“Papà, me ne fai assaggiare un sorso?”
“Sei piccola Denise” – rispondeva.
“Papà, allora com’è, me lo dici?”
“… È forte. Come piace a me. Ha un gusto deciso e intenso. Ancora poco e lo proverai, tranquilla”.

Così, per avere una minima idea del gusto del caffè, aspettavo che mia madre preparasse il tiramisù. Era l’unico modo che avevo per capire. E quel gusto mi piaceva tantissimo.
Se fosse stata una persona o un animale avrei delineato senza dubbio il suo carattere: deciso, schietto, sincero.

Bello da vedere con quel suo liquido scuro, la sua crema invitante. La visione del caffè scalda il cuore.
E se quello di mia madre gorgogliava provocante per annunciare il suo arrivo, quello della mia macchina del caffè è quasi silenzioso, comunque inequivocabile.

Ora provate anche voi. Accendete la macchina Aroma Vero, aspettate che si scaldi giusto un attimo. Selezionate il vostro caffè preferito tra tutte quelle capsule colorate. Chiudete gli occhi.
È questo il momento in cui dovete lasciarvi travolgere dai sensi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...